TeslaItalia.it è un sito che non vuole essere nè di parte nè tanto meno fornire false o deviate informazioni. E’ per tale motivo che con obiettività vi informiamo che Tesla Motors ha predisposto un ritiro di 439 Tesla Roadster. La motivazione riguarda il mal funzionamento di un cavo a bassa tensione in grado di entrare in funzione nel caso il sistema primario non sia sufficiente o abbia dei problemi.

Il problema specifico in realtà è di piccola entità: il cavo in questione sembra che possa fare un corto circuito, generando anche principi di incendio, toccando e “consumandosi” contro un pannello in fibra di carbonio. Di questo problema se ne è venuto a conoscenza proprio grazie ad un caso reale.

La problematica riguarda solamente alcuni modelli della Roadster 2.0 e 2.5 mentre per le 1.5 non ci sono rischi in quanto questo cavo non era implementato.

Il ritiro/avviso da parte di Tesla Motors è limitatamente precauzionale. La risoluzione di questo “bug” avviene installando attorno al cavo una guaina protettiva. L’aspetto positivo è che il tempo di intervento è di solamente di un’ora ma che ancora di più nella maggior parte dei casi esso avviene o a domicilio o in officine comunque, se pur relativamente, vicine.

Bene quindi l’azione precauzionale. Ovviamente a questa notizia non può mai mancare chi ne approfitta di questo – sempre oggettivamente – piccolo problema per scagliarsi, con un certo qualunquismo, contro le auto elettriche.