Ancora una volta Tesla ci riserva stupore. La società californiana sta smontando, una dopo l’altra, tutte le obiezioni sollevabili nei confronti delle auto elettriche. Tra le preoccupazioni di chi valuta seriamente l’acquisto c’è l’autonomia, tra l’altro già alta nel caso di Roadster o Model S. Tesla ha pensato anche a questo, passando dai 30 minuti di una ricarica rapida ai 90 secondi che servono non per ricaricare la batteria bensì per sostituirla con una di carica.

In particolare, nel video viene mostrato come nello stesso tempo in cui un’Audi A8 fa il pieno di benzina vengono sostituite le batterie di ben due Tesla Model S. Tesla non si è quindi accontentata di avvicinarsi al tempo di rifornimento in vetture tradizionali ma lo ha addirittura dimezzato. Con una comodità: lo swapping avviene stando a bordo dell’auto.

Attualmente è presto per conoscere il costo con il quale sarà possibile sostituire la batteria. Più o meno corrisponderà ad un pieno di carburante, si dice. Il servizio sarà disponibile nei Supercharger, le bellissime stazioni di ricarica marchiate Tesla di cui Francesco Redaelli vi ha già parlato qui.

Guardate con i vostri occhi:

Se volete vedere la video presentazione integrale, cliccate qui.