Mentre Tesla Motors prosegue il suo cammino per le consegne delle vettura Model S e le tanto aspettate produzioni delle Model X, Elon Musk torna a sorprenderci con una “novità”. Nei mesi passati già si era parlato di incontri avvenuti tra la società di auto elettriche e Google: a quanto pare Tesla sembra proprio decisa a intraprendere da sola il cammino verso la produzione di veicoli con guida assistita. Dobbiamo aspettarci auto-robot che mentre leggiamo il nostro giornale preferito ci portino a destinazione senza pensieri? Secondo le parole di Elon Musk si parla di un autonomia completa al 90% attivabile a libera scelta dal conducente nei momenti più opportuni. I limiti legati alla sicurezza non possono certo essere trascurati, ma ciò che stupisce nuovamente è la capacità propria di Tesla Motors nell’anticipare i tempi di innovazione del mercato automobilistico.

A sorprendere non è solo l’idea messa in campo da Elon, ma la stessa tempistica entro cui i proprietari di vetture Tesla potranno assaporare questo nuovo “optional”. Pensate che già entro 3 anni questo sistema  potrà essere disponibile su richiesta per le Tesla Model S e via a seguire per i futuri veicoli.

Il traguardo prefissato dall’opinione pubblica inerente alla messa sul mercato di veicoli con pilota automatico invece era il 2020, ma con questo annuncio i tempi si sono nettamente ridotti. E non dimentichiamo i numerosi competitor globali che hanno già preso campo alla sfida, sia Europei sia Asiatici. Il passo avanti verso l’innovazione dei trasporti diventa sempre più lungo, tanto che mi sento di dire che dalle parti di Palo Alto stiano spingendo il piede sull’acceleratore.

Una grande opportunità per ampliare lo sviluppo di questo mercato in crisi, che solo attraverso la ricerca e l’innovazione tecnologica potrà creare opportunità vincenti. Aggiungiamo alla lista questa novità che ci ha colpito e restiamo in attesa di vedere gli sviluppi di casa Tesla insieme a voi!