• Tesla-Model-S-dash
    Tesla Model S: la berlina elettrica del 2014? Tesla Model S: la berlina elettrica del 2014?

    Tesla Model S: la berlina elettrica del 2014?

Tesla Model S: la berlina elettrica del 2014?

Se il progresso in campo automobilistico prende forma grazie alle novità presentate dalle case produttrici negli ultimi tempi, si può affermare che questo assuma un colore ben specifico: il verde. “Green” come eco-sostenibilità ed attenzione per l’ambiente, come atto di rispetto nei confronti della natura e dei nostri figli ma soprattutto come risparmio. Sembrerà quasi un controsenso, viste le abitudini che la nostra società ha assunto nel corso degli anni, ma inquinare costa più che avere un occhio di riguardo per l’ambiente.

  • Leasing per Tesla
    Tesla annuncia il Leasing per aziende ed imprenditori Tesla annuncia il Leasing per aziende ed imprenditori

    Tesla annuncia il Leasing per aziende ed imprenditori

Tesla annuncia il Leasing per aziende ed imprenditori

Un anno fa Tesla introdusse un meccanismo con il quale era possibile avere una loro auto e restituirla dopo tre anni con un valore residuo garantito (per fare ciò Elon Musk coinvolse dei partner finanziari, oltre a garantire con il proprio patrimonio personale). Noi ne avevamo parlato Qui. Si trattava del True Cost of Ownership.

  • La Tesla Model S si scontro contro un blocco di cemento
    Scudo di titanio e alluminio per proteggere le batterie della Tesla Model S Scudo di titanio e alluminio per proteggere le batterie della Tesla Model S

    Scudo di titanio e alluminio per proteggere le batterie della Tesla Model S

Scudo di titanio e alluminio per proteggere le batterie della Tesla Model S

Problema–>Risoluzione del problema. E’ quello che ha fatto Tesla per quanto riguarda i famosi incendi avvenuti nelle Tesla Model S a seguito di impatti ad alta velocità contro oggetti più o meno contundenti. Noi ne avevamo parlato in un articolo Qui. Pur considerando che le probabilità di incendi nelle auto elettriche, dati alla mano, sono molto più basse, Tesla è passata all’azione riconoscendo di poter, oggettivamente, migliorare e proteggere meglio il pacco batterie, costruendo uno “scudo” fatto in titanio e alluminio pronto a deviare gli oggetti colpiti o, in caso non ci riesca, a proteggere comunque da urti anche ad alta velocità.

  • La Tesla Model S in versione Safety Car
    La Tesla Model S come Safety Car al Ferrari Challenge di Monza La Tesla Model S come Safety Car al Ferrari Challenge di Monza

    La Tesla Model S come Safety Car al Ferrari Challenge di Monza

La Tesla Model S come Safety Car al Ferrari Challenge di Monza

La Ferrari Challenge è uno dei più popolari campionati monomarca aperto sia a clienti, anche dilettanti per quanto riguarda la corsa in pista, sia invece a esperti piloti dalle oggettive capacità. Ai primi è riservata la Coppa Shell, con classifica separata e titolo finale, mentre ai secondi il Trofeo Pirelli, ugualmente con titolo in palio, al fine di evitare sfide impari e di garantire lo spettacolo, assicurato sia dagli esperti protagonisti di corse dal livello molto elevato, ma anche da gentlemen driver certi di poter lottare ad armi pari.

  • eStation Tesla Model S - ricarica auto elettriche
    L’acquisto di un’auto elettrica è una scelta di sistema L’acquisto di un’auto elettrica è una scelta di sistema

    L’acquisto di un’auto elettrica è una scelta di sistema

L’acquisto di un’auto elettrica è una scelta di sistema

Durante l’acquisto di una vettura elettrica è necessario un coinvolgimento totale dei nostri due emisferi cerebrali, bisogna usare la ragione e la passione allo stesso tempo e quindi fare delle scelte che siano funzionali che ci permettano di godere a pieno del nuovo gioiellino che risolverà le nostre esigenze di mobilità “guilt-free”, senza compromessi, scoprendo nuovi orizzonti… sopratutto quando parliamo di una Tesla Model S. Per fare questo E-move.me accompagna i Clienti nel loro “viaggio elettrico” con un approccio da Electric Mobility Managers, dando risposte e risolvendo di volta in volta gli ostacoli che si possono presentare lungo un percorso nuovo in cui si esplorano le frontiere di una mobilità con 0% emissioni e 100% “piacere di guidare”. In particolare le prestazioni della Tesla Model S con 85 kWh di batteria richiedono delle soluzioni di ricarica che consentano di non dover abbandonare l’auto per quasi 30 ore attaccata a una presa di corrente, ma che in poco più di 4 ore o al massimo in 10 ore (una notte) restituiscano all’auto tutta la sua autonomia anche dopo una scarica profonda al termine di un viaggio.

  • Tesla Apple Dashboard
    Tesla e Apple: l’auto del futuro Tesla e Apple: l’auto del futuro

    Tesla e Apple: l’auto del futuro

Tesla e Apple: l’auto del futuro

Negli ultimi tempi si fa un gran parlare delle auto elettriche: c’è chi si schiera a favore rimarcando i vantaggi in termini ambientali e chi le denigra per le presunte prestazioni non all’altezza delle sorelle a benzina oltre che per la scarsa autonomia della batteria. Tesla Motors ha deciso di mettere a tacere i detrattori presentando delle auto rivoluzionarie, optando per una scelta “Green” senza rinunciare alla potenza e alle linee accattivanti delle sportive per eccellenza. Se il futuro sarà delle auto ad idrogeno o di quelle a pannelli solari, il presente è sicuramente dell’elettrico.

  • AutoElettricheBambini
    Cari papà, tanti auguri… e spiegate ai vostri figli le auto elettriche Cari papà, tanti auguri… e spiegate ai vostri figli le auto elettriche

    Cari papà, tanti auguri… e spiegate ai vostri figli le auto elettriche

Cari papà, tanti auguri… e spiegate ai vostri figli le auto elettriche

*Disclaimer: Si sconsiglia la lettura ai papà petrolieri. Vorrei approfittare della ricorrenza di oggi, la festa del Papà, per ricordare come questo ruolo sia estremamente importante anche nelle cose di certo meno prioritarie. Il weekend scorso la mia famiglia ed io eravamo nel centro del nostro paese. Il corso e le due piazze centrali, adiacenti allo stesso, sono esclusivamente pedonali. Ecco, quindi, che i bambini piccoli hanno modo di svagarsi con biciclette, tricicli, monopattini e… jeep elettriche. Già, elettriche. Normale, direte voi giustamente. Forse, però, un po’ tutti non abbiamo mai pensato come un giocattolo possa fare da esempio per la crescita di alcuni ideali nei nostri bambini. Certo, dipende da che età anno… ed è pur giusto che un bambino non debba pensare già a “cose da grandi”.

  • Rendering Tesla Model E
    Come sarà la Tesla Model E? Forse così. Oppure così. Come sarà la Tesla Model E? Forse così. Oppure così.

    Come sarà la Tesla Model E? Forse così. Oppure così.

Come sarà la Tesla Model E? Forse così. Oppure così.

Partiamo subito con il dirvi che sono rendering finti. Non esiste, infatti, nessun disegno realistico, e appunto ufficiale, su come sarà realmente la Tesla Model E, la nuova auto di casa Tesla destinata ad avere, a quanto pare, un prezzo inferiore del 40%, circa, rispetto a quello della Model S (e quindi ad aggredire una quantità di potenziali clienti ancora più vasta).

  • angry-man
    Attenzione: se non puoi permetterti una Tesla non piangere e non arrabbiarti Attenzione: se non puoi permetterti una Tesla non piangere e non arrabbiarti

    Attenzione: se non puoi permetterti una Tesla non piangere e non arrabbiarti

Attenzione: se non puoi permetterti una Tesla non piangere e non arrabbiarti

E’ da tempo che volevo parlare di questo argomento e oggi, finalmente, è giunta l’ora di mettere i puntini sulle i. Se credete che in Italia tutti siano allenatori di calcio vi sbagliate. Non ci sono solo “quelli”. Non c’è solo chi, comodamente seduto in un divano a guardare la partita, critica e insulta qualsiasi allenatore e giocatore di calcio di qualsiasi squadra, inveendo contro perchè “andava fatto così e colà, è logico”. No. Non esistono solo loro. Esistono anche i mancati imprenditori dell’automotive, i mancati manager di successo, i mancati economisti, i mancati visionari. Già, mancati però. Questo articolo è dedicato proprio a loro.

  • Tesla-Supercharger-Italy-Coverage2014
    Un buon anno a tutti voi con i Tesla Supercharger Un buon anno a tutti voi con i Tesla Supercharger

    Un buon anno a tutti voi con i Tesla Supercharger

Un buon anno a tutti voi con i Tesla Supercharger

Nella nostra pagina Facebook siete sempre molto proattivi e le domande non mancano mai. Ultimamente alcuni di voi ci hanno chiesto informazioni sui Tesla Supercharger. Vi ricordate cosa sono? Ne avevamo già parlato qui. L’argomento è comune. Un po’ tutti, infatti, sono soliti rapportare la diffusione delle auto elettriche alla presenza – o meno – delle colonnine di ricarica. Noi, come abbiamo detto spesso, in realtà consideriamo la situazione come il cane che si morde la coda. Il motivo è presto detto: gli acquisti di auto elettriche saranno limitati fino a che non ci sarà una rete di ricarica sufficiente. Attenzione, però. E’ vero anche il contrario. Quali installatori, comuni, regioni, PA, aziende, etc, installerebbero molte colonnine elettriche con la pessima prospettiva che queste non vengano mai utilizzate? Nessuno. Ecco perché, quindi, le due cose devono crescere assieme, ovviamente accompagnate ad una buona dose di “tempo” e di “cambio di cultura”.