App iPhone per Tesla Model SE’ incredibile. O forse no, parlando di Tesla Motors. Forse continuando a sorprenderci riguardo le innovazioni di questa casa americana prima o poi ci abitueremo a certe “chicche”. Oggi voglio parlarvi di una funzionalità che ancora pochi conoscono. Il titolo parla chiaro. Lo sapevate che la Tesla Model S può essere monitorata tramite un’app per smartphone? Ebbene sì, proprio così.

Si, è vero, non è un’invenzione da brevettare di per sè. Io, ad esempio, comando la mia SmartTV con un’app per iPhone, via WiFi. Cambio canale, alzo volume, la spengo… e molto altro. Queste possibilità però in un’ambito di applicazione come l’automobilismo, che io sappia (correggetemi se sbaglio) non ha precedenti.

App iPhone per Tesla Model S

App iPhone per Tesla Model S


Tesla quindi sta “costruendo” questa applicazione per iPhone e Android che consentirà di vedere da remoto lo stato di carica dell’auto… utile, ad esempio, se siamo a casa oppure presso qualsiasi altro posto come un ristorante, mentre la nostra Model S si sta caricando. Grazie a quest’app, riusciremo a vedere lo stato della batteria così da sapere quando uscire e riprendere il viaggio.
Ma c’è di più.
Scusate l’espressione, ma quanto “affanno” vi fa salire in auto d’estate e trovare dentro l’abitacolo una “fantastica” temperatura di 40-45 gradi? D’inverno, invece, immagino quanto anche a voi colpisca la pigrizia estrema di uscire dalla vostra casa calda e accogliente per salire sulla vostra auto ghiacciata. Bene, con la Tesla Model S e la sua applicazione per smartphone potremo – ovviamente da remoto – scaldare o raffreddare l’auto prima di salirvi a bordo. Fantastico, no?
E ancora: l’app permetterà anche di seguire la localizzazione geografica dell’auto, vedendo in tempo reale i suoi spostamenti all’interno di una mappa.

Ovviamente queste sono solo tre features alle quali sicuramente se ne aggiungeranno molte altre in futuro. Insomma, se come scritto qui presto avremo l’auto che si guida da sola, figuriamoci cosa potrà fare un’app.

Ecco la video-dimostrazione:

D’altra parte, come poteva un’azienda della Silicon Valley come Tesla Motors non arrivare a fare anche questo? Sarebbe sembrato strano, suvvia.